Post più popolari

lunedì 4 novembre 2013

Imany, la nuova venere nera della musica soul folk

show case imanyImany. È il fenomeno del momento. L’abbiamo recentemente ascoltata a un esclusivo show case che si è tenuto a Le biciclette di Milano. 7 brani estratti dal suo Album “The Shape of a Broken Heart” (etichetta Time Records), doppio disco di platino. Per chi non la conosce o ha avuto modo di ascoltarla distrattamente alla radio, consigliamo di cogliere l’occasione di approfondire la conoscenza verso questa ex modella di origine africana, ma soprattutto cantante soul-folk di successo. Ironica, divertente, ma anche capace di trasmettere emozioni forti attraverso l’interpretazione dei brani che Moda e Style ha ammirato in prima fila all’interno di questo piccolo, ma storico locale del centro di Milano (l’intera performance è disponibile su cubomusica.it, previa registrazione gratuita).
Cover Imany - You Will Never KnowUna sessione live suggestiva e travolgente. Voce (Imany) e chitarra (Taofik Farah). Abbastanza per farci rapire in un’atmosfera romantica, che lascia però ampio spazio al ritmo. 7 brani, tra cui You will never know, cantata in due versioni assolutamente inedite, una la potete ascoltare al seguente link: http://www.youtube.com/watch?v=K9T5iyUKqxc Il testo di questa canzone parla di un amore destinato a non concretizzarsi, una promessa di un cuore spezzato che dice “non saprai mai quello di cui ho bisogno da te, non mostrerò mai quel che provo, però poi aggiunge amami, amami, amami, quasi fosse una preghiera.
Ma torniamo allo showcase, dove c’è stato spazio per Please and Change prossimo singolo che non mancherà di catturare i fan di Imany, seguito da I’ll be There, I Gotta Go, Pray for Help, I Lost My Keys e Where have you been. Il nostro consiglio è di rileggervi questi testi e magari tradurli in Italiano, perché oltre ad avere un filo conduttore tra di loro (amore, delusione, smarrimento, ricordi e addii), semplicemente emozionano.
Voce roca, a tratti malinconica, ma sensuale e unica. A noi è piaciuta e ci ha trasmesso quelle vibrazioni che solo pochi cantanti oggi riescono ancora a far arrivare al pubblico. Da parte nostra, speriamo di poterla riascoltare e, perché no, intervistare molto presto.

IMG_4852_Y imany 6 (c) barron claiborne
Imany dalle passerelle ai palchi
Nadia Mladjao, in arte IMANY, è nata in Francia nel 1979 da genitori nativi delle isole Comore; il suo nome d’arte significa “fede” nella lingua Swahili. Tre anni fa arriva a Parigi. Nel suo bagaglio solo alcuni vestiti, un portafoglio, e un CD demo autoprodotto con sei canzoni. Aveva trascorso gli ultimi sette anni a New York a lavorare come modella. Stanca di essere considerata solo un “appendiabiti”, intraprende la carriera nel mondo della musica. Grazie all’aiuto della sorella Fatou, che riuscì a convincere diversi programmatori musicali a farla suonare nei loro locali, col passare dei mesi, Imany si è esibita nei più prestigiosi club di Parigi, dove è stata scoperta da Malick N’Diaye, lo stesso produttore senegalese che ha scoperto Ayo e che l’ha incoraggiata a perseverare, a scrivere nuove canzoni, e a fare più concerti. Durante l’estate del 2010, Imany ha iniziato le registrazioni del suo primo album “The Shape of a Broken Heart”, prodotto da As’ (Grace, Wasis Diop) per l’etichetta Thinkzik e pubblicato a fine 2011 in Francia. Il disco contiene 12 canzoni il lingua inglese che rivelano il ritratto di una donna libera, un’artista emancipata, che offre ogni emozione come un dono ed è garanzia di sincerità senza compromessi. Imany torna alle sue origini per esplorare le speranze, i sogni e le ferite di una donna di nome Nadia prima di partire per New York.
Imany sarà in Italia in tour rispettivamente il:
3 Dicembre Milano Magazzini Generali
5 Dicembre Firenze Obihall
6 Dicembre Roma Auditorium Parco della Musica
7 Dicembre Bari Medimex Fiera del Levante
10 Dicembre Rimini Teatro Novelli
11 Dicembre Senigallia teatro la Fenice
12 Dicembre Torino Hitoshima mon Amour

Il tour è organizzato da Sounday Srl e i biglietti sono in vendita su www.ticketone.it.